Con una recentissima decisione, il Giudice per le Indagini preliminari presso il Tribunale di Torino, in un interessante caso di distrazione di fondi dalle casse di un Istituto scolastico, si è pronunciato tracciando il discrimine tra il reato di peculato – giudicato non configurabile nel caso de quo – e quello di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico – per il quale è invece stata riconosciuta responsabile l’imputata.

La motivazione svolta dal Giudicante in sentenza ha il merito, in particolare, di ripercorrere in maniera sintetica ed efficace gli approdi giurisprudenziali più interessanti in merito alle due figure di reato e di tracciarne, in tal modo, i confini di applicabilità e le possibili interazioni nel caso concreto.

More...